Vicenza invasa da turisti in bicicletta

Cresce anche nel nostro territorio il numero di cicloturisti, grazie anche alle numerose possibilità che offrono itinerari che collegano alta montagna, pianura e collina.

Passa per Vicenza uno degli itinerari cicloturistivi più amati all’estero. La ciclovia dell’Adige, che da Bolzano porta a Verona, dalla città scaligera permette di raggiungere Venezia attraversando il territorio Vicentino, oltre che al capoluogo berico.
A confermare l’interesse per l’itinerario è Pierpaolo Romio, fondatore di Girolibero, il principale tour operator italiano didcloturismo che ha il suo-quartier generale proprio a Vicenza. «Prima della pandemia, lungo l’itinerario che organizziamo dalla Val di Resia a Venezia, siamo arrivati ad accompagnare quattromila persone all’anno – racconta Romio -. Poi è arrivata la pandemia, promuovere viaggi organizzati è diventato più complicato, e ora siamo sui mille cicloturisti su quell’itinerario. Non serve dire che ne ha risentito tantissimo il fatturato. Se nel 2019 abbiamo fatto 18 milioni di euro di fatturato, nel 2020 sono stati 2 milioni come pure lo scorso anno 2021. È difficilissimo reggere, ma quest’anno credo che riusciremo a chiudere con circa 9 milioni». Insomma, il mercato del cicloturismo è in ripresa, ma per analizzare il fenomeno nella giusta prospettiva bisogna
tenere presente un aspetto: «La Allgemeiner Deutscher Fahrrad-Club (Adfc) – spiega ancora Romio -,
ovvero la federazione tedesca degli amici della bicicletta, quella che da noi si chiama Fiab, stima che su 10 persone che fanno lunghi viaggi in bicicletta, 9 si arrangiano ad organizzarsi l’itinerario e prenotarsi gli alloggi per le soste. Gli altri si appoggiano a realtà organizzate, associazioni oppure tour operator come noi. Questo significa che come Girolibero ci occupiamo di una fetta molto piccola di cicloturisti, e che sulle strade cene sono almeno dieci volte tanti». […]

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti invieremo aggiornamenti sul cammino, news ed eventi che ti faranno conoscere la Romea sia che tu decida di percorrerla tutta, fare solo qualche tappa o innamorartene attraverso i nostri racconti.