PNRR: Fucecchio, Vinci, Cerreto Guidi e Montespertoli insieme a caccia di fondi per interventi di rigenerazione urbana

Creare nuove strutture e spazi pubblici per uno sviluppo sostenibile del territorio che avvicini i cittadini tra loro e alla rete dei servizi. E’ l’obiettivo ambizioso che i comuni di Fucecchio, Vinci, Cerreto Guidi e Montespertoli vogliono raggiungere attraverso Pr.INT, un progetto da 10 milioni di euro che prevede la rigenerazione di contenitori urbani dismessi e di aree sottoutilizzate e il loro riuso a fini sociali, sanitari, educativi, informativi e soprattutto culturali.
Le quattro amministrazioni comunali hanno unito le loro forze con la speranza di ottenere un cospicuo finanziamento (8 milioni di euro) tramite i fondi del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR).
Le nuove funzioni che si svolgeranno nei centri rigenerati saranno interconnesse alla rete museale esistente, ampliando e valorizzandone le attività nel parterre del Museo Civico e Diocesano del complesso Corsini a Fucecchio, del Museo Leonardiano a Vinci, dell’ex Biblioteca e del Museo di Cerreto Guidi oltre che del nuovo teatro all’aperto previsto a Montespertoli.
Il progetto vuole anche incentivare la mobilità sostenibile attraverso la realizzazione di infrastrutture per il car-sharing e bike-sharing da integrare con le infrastrutture di trasporto e mobilità esistenti creando così una rete locale di trasporto e mobilità alternativa che connetta le aree urbane ed extraurbane e i percorsi della mobilità lenta come i tracciati storici della Via Francigena e della Romea Strata o la ciclopista dell’Arno.

I PROGETTI

COMUNE DI FUCECCHIO

A Fucecchio il progetto prevede la riqualificazione del contenitore dismesso degli ex macelli comunali in Via Sotto La Valle, ai piedi dell’Ospedale San Pietro Igneo e del complesso Corsini. E’ prevista la creazione di un centro polivalente con funzioni socio-sanitarie, sociali e aggregative, la creazione di un parterre per mostre temporanee ed eventi legato al limitrofo polo culturale del Museo Civico e Diocesano e la creazione di un alloggio ERS (Edilizia Residenziale Sociale). Qui verranno posizionate anche le attrezzature di mobilità green: infrastrutture per il car-sharing e bike-sharing in posizione strategica per i collegamenti al trasporto pubblico e agli assi ciclo-pedonali, contribuendo così alla riduzione dell’inquinamento nei centri urbani. 
L’intervento prevede il riutilizzo di 1300 mq e, sebbene il fabbricato non sia definito di interesse culturale, l’intervento sarà progettato e realizzato con i criteri propri del restauro al fine di perseguire la conservazione degli elementi risultanti dal processo storico.
Il progetto prevede anche la riqualificazione della sede centrale del Museo Civico e Diocesano con riorganizzazione degli spazi espositivi e importanti interventi di efficientamento e miglioramento microclimatico degli spazi di conservazione. I due spazi saranno connessi tra loro con la creazione di un unico circuito museale e un’offerta culturale coordinata.

[…]

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti invieremo aggiornamenti sul cammino, news ed eventi che ti faranno conoscere la Romea sia che tu decida di percorrerla tutta, fare solo qualche tappa o innamorartene attraverso i nostri racconti.