Da Tallinn a Roma lungo la Romea Strata

L’antica via di pellegrinaggio promossa dalla fondazione Homo Viator è da poco diventata
un percorso che unisce cicloturismo e spiritualità.

Quando c’è da esplorare nuove strade chi può farlo meglio di un veneziano?
Vale anche per la Romea Strata promossa dalla Fondazione Homo Viator, percorsa in bicicletta per là prima volta da Sergio Baldan, 74 anni, per l’appunto veneziano con la passione delle lunghe tratte ciclistiche. Sergio è partito da Tallinn, capitale dell’Estonia, il 18 agosto dello scorso anno, a poca distanza dall’uscita della guida ciclistica dell’itinerario, ed è arrivato a Roma il 4 ottobre, con 4.044 km alle spalle. «E un percorso molto lungo, un bel itinerario attraverso l’Europa praticamente senza controlli alle frontiere se non quelli dovuti al covid – spiega il ciclista -. Sono partito da Tallinn sotto la pioggia con 12 gradi di temperatura e mano a mano che scendevo il tempo diventava più mite. La parte più impegnativa è stata in Italia, quando ho dovuto attraversare gli Appennini».

Non è la primavolta che Sergio unisce la passione per la bicicletta a quella per i pellegrinaggi. «Faccio parte degli “Amici di Santiago”, un’associazione di Monselice. Ho fatto due volte in bicicletta il cammino di Santiago, prima l’itinerario a nord, poi quello a sud, e ho raggiunto in bicicletta anche Israele, sempre partendo da casa mia. Sono stato anche due volte a Roma e a Santa Maria di Leuca. Ho fatto un tentativo di raggiungere Capo Nord ma mi è andata male per il
maltempo». Sergio preferisce viaggiare da solo, «massimo in due, non sopporto i grupponi di ciclisti della domenica. Gli itinerari me li costruisco da solo, consultando le guide o cercando informazioni su intemet. I percorsi spirituali, poi sono ricchi di luoghi di accoglienza, come conventi e canoniche. Devi anche saperti arrangiare ad aggiustare la bici e
accontentarti di quello che trovi».

[…]

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti invieremo aggiornamenti sul cammino, news ed eventi che ti faranno conoscere la Romea sia che tu decida di percorrerla tutta, fare solo qualche tappa o innamorartene attraverso i nostri racconti.